La stanza dei fiori – di Gianni Vigilante

La stanza dei fiori

di Gianni Vigilante

 

La stanza dei fiori è un giallo ambientato a Napoli nel secondo dopoguerra. L’azione principale si concentra precisamente nel 1961, quando il commissario Giovanni Fantaguzzi, coadiuvato dal brigadiere Pone, si trova ad indagare sul suicidio di un prete, che ben presto appare poco convincente e si connota piuttosto come un evidente caso di omicidio. Tra i sospettati, un adolescente, Mario, cresciuto senza la madre, morta in un incidente quando era ancora un bimbetto, vestito da teddy boy con gli indumenti inviati dalla zia Daly, che vive a Miami Beach e, al contorno, tanti personaggi pittoreschi e, soprattutto, la città di Napoli, Pizzofalcone e i Quartieri Spagnoli, la tragica umanità dei vicoli e i territori del malaffare, popolati da puttane, femminielli e barboni, in un’Italia che non ha ancora superato le ferite della guerra e che si ammanta di perbenismo e di ipocrisia.

40. La stanza dei fioriNon lo so… Libro particolare, con uno stile a volte d’altri tempi. Con un linguaggio sicuramente non di oggi, forse a causa dell’ambientazione. Dico a volte perché non sempre è così. Nel complesso, libro carino, con un argomento che ti tocca. Ecco, l’argomento… Mi piacciono i libri che trattano questi temi da guanti bianchi. Mi fa incazzare che non se ne parli di più, che si cerchi, in qualche modo, di portare sotto silenzio. Abbiamo visto anche per quanto riguarda l’attualità, si tende sempre a coprire o nel caso a parlarne così, en passant. Vi starete chiedendo: “Ok, va tutto bene, ma l’argomento qual è?”
Non ve lo dico!
Anche perché, se ve lo svelo, che gusto c’è poi, a leggervi il libro?
Vi deve arrivare come è arrivato a me.
Deve farvi incazzare come ha fatto con me.
Una cosa non m’è piaciuta; l’epilogo.
Il prete forse non ha meritato la fine che ha fatto, sarebbe dovuto finire sulla pubblica gogna, avrebbe dovuto essere giudicato da suoi simili, se l’è cavata fin troppo bene per i miei gusti, soprattutto perché i ragazzini non si toccano!
Sarebbe dovuto finire in altro modo. Mi ha lasciato un po’ d’amaro in bocca. È stato, non so, ipocrita.

Acquista su Amazon

Autore: Gianni Vigilante
Titolo: La stanza dei fiori
Genere: Giallo
Pagine: 224
Casa editrice: EEE
Data di pubblicazione: 2016

Rispondi