Buck: Una storia d’amore e perdono

Buck: Una storia d’amore e perdono

di Serena Bianca de Matteis

 

Questo libro mi è stato consigliato da un’amica che una volta letto, mi ha solo dovuto dire ” non può mancare nella tua libreria!” per farmi decidere. Quindi nemmeno a farmelo ripetere troppe volte ho intrapreso questo viaggio nelle storia d’amore e perdono che cita il titolo.

Cos’hanno in comune Heath e Buck, il suo cane? Molte cose: entrambi sono giovani, pieni di energia e vivono sul confine tra due mondi. Buck è per metà lupo, Heath appartiene alla riserva Lakota e anche al mondo «di fuori», bianco e tecnologico. Ma c’è di più, anche se i due non lo sanno: un’eredità sconvolgente sepolta dentro a ricordi lontani. Quando il richiamo della vita adulta diventa perentorio, per entrambi si prospettano scelte difficili, rivelazioni e incontri che cambieranno loro la vita. E la scoperta di un terzo mondo nascosto, governato dalla magia che permea tutte le cose.

La prima parte del racconto porta diritti alla nascita del rapporto tra Buck e Heath, un giovane nativo americano ribelle nel pieno della sua adolescenza. Health e il padre Isaias, che di mestiere fa il guardia-parco, partono per una battuta di caccia, durante la quale Buck resta orfano di madre, per mano del bambino. Da quel momento una sorta di patto segreto interviene tra loro legandoli in maniera assoluta. Mai un guinzaglio o una catena, solo che il richiamo alla natura è forte, come una pulsione incontrollabile, e nel momento in cui Heath tenterà di stravolgerla, portando Buck con sé in città, nasceranno i veri guai.

Ho letto così tutto d’un fiato il libro, che scivola dentro facendo innamorare dei personaggi. L’ho assaporato, accarezzato, sentendomelo rimescolare nelle viscere. Ho infilato le mani nel pelo morbido del lupo e sentito la sua sconfinata voglia di libertà. Dall’inizio della lettura ho visto la terra degli indiani d’America vivendola con gli occhi della fantasia. Sarà per merito delle descrizioni così attente o della storia completamente immersa nella natura, dei dialoghi fluidi e coinvolgenti, ma mi sono trovata immersa in un mondo bellissimo di simbiosi animale-uomo che mi ha permesso di sognare.

Ho sempre temuto i lupi ma questa volta li ho sentiti amici, quasi percependone i pensieri e le pulsioni. Buck è un libro che trascina fino al finale lasciando un senso di pace e benessere. Nelle sue pagine i protagonisti sono cresciuti, diventando grandi, hanno affrontato le prove della vita, quelle facili e quelle complicate, donandosi l’un l’altro emozioni e forza a partire dalla fiducia e dall’amore.  Forse solo in Zanna Bianca e Il richiamo della foresta, entrambi di Jack London, ho sentito così forte lo spirito del protagonista animale, ma qui, sia il tema ampio trattato che il modo di scrivere dell’autrice, lo hanno reso attuale e ancora più affascinante. Una lettura adatta anche a una platea giovane visto che si pone come romanzo di formazione, ma non solo, mi sento infatti di consigliarlo a tutti.

Autore:  Serena Bianca de Matteis
Titolo: Buck, una storia d’amore e perdono
Genere: Narrativa
Pagine: 220
Data di pubblicazione: 2016
Casa editrice: Aurora Borealis

Acquista su Amazon

Lascia un commento